Medela ristruttura la produzione

Medela AG investe nella produzione della sede di Zugo. Non solo in robot ma soprattutto in personale - una panoramica.

Autore: Bernard Marks, Neue Zuger Zeitung

Appuntamento sul posto Steinhausen

Nei locali del piano terra delle Four Towers c'è grande fermento. Nella sede di Medela AG, i collaboratori stanno assemblando tiralatte speciali per madri che non vogliono o non possono allettare ma desiderano comunque dare latte materno al bambino. All'inizio non sembra niente di particolare. Guardando con più attenzione però vengono alla luce i dettagli.

La strada produttiva è soprendentemente breve, il che fa risparmiare spazio. Su una superficie ridotta, i tempi di produzione sono rapidi anche se sono necessari diversi passaggi di lavorazione e movimenti per assemblare questi tiralatte dalla struttura sofisticata. Nei capannoni produttivi si vedono ovunque delle linee sul pavimento: tutto, qui, ha un posto predefinito. I diversi colori stanno a indicare le diverse funzioni. Carrelli elevatori e ascensori facilitano lo spostamento delle casse o dei contenitori pesanti. Sopra le teste dei collaboratori è ben visibile un cartello che indica i pezzi prodotti nel rispettivo giorno. In questo modo ogni collaboratore è sempre informato sulla quantità di merci prodotte e coinvolto nel processo.

Una forte domanda

La domanda mondiale di tiralatte prodotti a Zugo è enorme. Stupisce che il quantitativo di tiralatte prodotti in Svizzera raggiunga quasi un milione di pezzi. Sono diversi i motivi che che spingono le donne a estrarre il latte per il neonato, sostiene Lukas Achermann. Il 34enne è direttore della produzione a Steinhausen. Molte donne utilizzano un tiralatte quando hanno bisogno di una pausa durante l'allattamento oppure se devono tornare alla vita lavorativa. L'estrazione del latte è un aiuto anche in caso di dolori al seno, infiammazioni o ingorgo mammario. Alcuni bambini prematuri non sono ancora in grado di poppare al seno. Le loro madri devono quindi estrarre il latte materno da poter dare a questi piccolissimi neonati.

Il tiralatte può essere d'aiuto anche per la coppia. Per alcuni si offre l'occasione di trascorrere più tempo con il partner mentre un babysitter o i nonni si occupano del bebé. In generale l'estrazione del latte è indicata quando non è possibile allattare direttamente, spiega Achermann.

Una sfida continua

Ma l'estrazione non deve essere dolorosa. Sviluppando i nostri prodotti, la sfida costante è essere un passo più avanti rispetto alla concorrenza, prosegue Achermann. L'impresa medicale è stata fondata a Zug nel 1961 da Olle Larsson e contempla due settori aziendali: Human Milk e Healthcare. L'ambito Human Milk, cui appartiene la produzione di tiralatte, realizza oggi il 90 percento del fatturato di Medela. Stando a dati interni dell'azienda, Medela è leader di mercato in questo settore. Nell'ambito Healthcare, Medela è specializzata in tecnologia del vuoto a scopo medicale e produce pompe medicali per applicazioni ospedaliere e private. Tra queste, anche le pompe per il trattamento in pressione negativa delle ferite, per la terapia di drenaggio del torace e per la suzione durante gli interventi chirurgici.

Quanto sia forte la domanda dei prodotti Medela è evidente dando uno sguardo aziendali. Dalla sua fondazione, Medela ha registrato una crescita esplosiva. Questa impresa di famiglia impiega oggi in tutto il mondo più di 1700 dipendenti, di cui 400 nel Canton Zugo.

Aumento della produttività

Medela cresce da anni in emtrambi i settori aziendali. La domanda, soprattutto di tiralatte Medela, è fortemente aumentata negli ultimi anni. Il fatturato dell'impresa che oggi distribuisce i suoi prodotti in oltre 100 Paesi, si aggirava nel 1990 intorno agli 11 milioni di franchi; nel 2005 ha raggiunto la soglia dei 200 milioni. Oggi (2015) il fatturato corrisponde a 569 milioni di franchi. Medela non pubblica dati sui margini. Tuttavia, in tempi in cui il cambio del franco è forte e i costi aziendali elevati, le aziende svizzere come Medela AG si pongono continuamente la domanda: come rendere più efficiente la produzione qui in Svizzera, affrontando i costi salariali più elevati rispetto ad altri Paesi, ad es. dell'Europa dell'est?

Siamo costretti ad essere creativi, racconta Michael Sheehan, direttore operativo Medela per l'Europa. Di origini irlandesi, è approdato a Zugo per un progetto particolare. Oggi Medela produce ancora a Baar e qui a Steinhausen. Ma la sede produttiva di Steinhausen assume sempre più importanza, spiega Michael Sheehan. Il motivo della concentrazione della produzione a Steinhausen è l'aumento della produttività. A questo scopo stiamo ristrutturando l'intera produzione, racconta Sheehan. Le unità produttive vengono accorciate per aumentare l'efficienza dei processi tra loro.

La qualità paga

Ha poco a che fare con Industria 4.0, racconta Sheehan, perché in Industria 4.0 si tratta soprattutto di far comunicare tra loro le macchine, mentre l'attuale processo di trasformazione di Medela focalizza l'interesse soprattuto sui dipendenti. Per molti passaggi produttivi necessari per l'assemblaggio dei nostri tiralatte, il fattore umano continua ad essere inalienabile, sostiene Sheehan. Ad esempio la presa delle parti morbide in gomma dei tiralatte è difficile per un robot. Abbiamo bisogno dell'elevata sensibilità della mano umana per assemblare determinati pezzi dei tiralatte, racconta Sheehan.

Alla fine contano la funzionalità, il design e la qualità della pompa. La marca Medela ripecchia in tutto il mondo questi principi, sostiene Martin Elbel, Head Corporate Communications. Medela ha integrato robot in determinati processi ma attualmente non programma un maggiore livello di automazione. Ciò nonostante ottimizziamo continuamente i processi per aumentare la produttività della nostra azienda, sostiene Elbel. Queste misure sono però qualcosa di simile a Industria 3.0. Medela investe non poche risorse nel centro produttivo Svizzera. Investiamo una somma elavata nell'ottimizzazione della produzione, aggiunge Elbel.

Persone, non dividendi

E alla fine tutto questo deve rendere all'impresa nel lungo termine. Ma Medela non pensa soltanto ad ottimizzare i ricavi. Il fondatore Olle Larsson scrisse nella sua biografia che la sua ditta non sarebbe mai stata lanciata in borsa. E che il suo obiettivo sono le persone, non i dividendi. I suoi figli, Michael e Göran, membri del Consiglio amministrativo di cui Michael Larsson è Presidente, portano avanti questi principi.

Consulenza digitale per madri e clienti

Internet e Industria 4.0 hanno modificato i processi aziendali anche in Medela. E così Medela ha sviluppato un'app dedicata alle madri in fase di allattamento. Il portale di servizio si chiama MyMedela e comprende l'app per android e iPhone che permette all'azienda di comunicare direttamente a livello digitale con le madri prima e durante l'allattamento, fornendo loro consulenze specifiche. Questo permette anche di scoprire le abitudini di consumo della clientela. MyMedela, per cui Medela ha recentemente ottenuto il premio Swiss Digital Transformation Award, comprende anche negozi online dedecati da un lato ai partner commerciali (B2B) e ,dall'altro lato, alle madri come clienti finali (B2C), le quali hanno così un accesso diretto a tutti i prodotti Medela. MyMedela è un grande ausilio, nel senso che Medela si accinge a passare nel lungo termine da una marca business a una marca per consumatori. Sono già 300 000 i clienti che hanno installato l'app MyMedela sul proprio smartphone. Un numero considerevole dal lancio dell'app nel luglio 2015 negli USA. Lo scorso autunno, Medela ha avviato una campagna marketing di successo e attraverso social media, inserzioni online e piattaforme internet per famiglie, la popolarità di MyMedela cresce ulteriormente. L'azienda ha posto un'imporante pietra miliare negli USA: i clienti americani possono ora registrare online i loro ordini grazie all'app, il che rende i processi di vendita più semplici ed efficienti rispetto a quelli di una piattaforma sconosciuta. Se il cliente preferisce comprare i prodotti Medela in un negozio, la funzione Store-Finder conduce al negozio più vicino in tutta semplicità e rapidità. Medela prevede di introdurre questa funzione d'ordinazione anche in Germania e Inghilterra entro la fine dell'estate.

Media Contact Medela

Martin Elbel, Medela AG, Head of Corporate Communications
martin.elbel@medela.ch, Telefono +41 41 769 54 37 (ufficio) +41 79 881 78 28 (cellulare)